Basilicata

fuori rotta: per conoscere l'Italia

VENOSA ED IL VULTURE



Venosa, la basilica foto f.l.

Venosa Ŕ un'antica cittadina della Basilicata che ha al suo attivo un importante curriculum storico. Fra l'altro vi nacque il poeta romano Orazio Flacco ed in suo ricordo qui vengono organizzati "certamen " oraziani. Probabilmente a Venosa si insedi˛ (70 d.C) la prima importante colonia ebraica della penisola.
Nella cittadina sono ubicati un notevole castello del XV secolo, l'importante complesso dell'incompiuta basilica paleocristiana della TrinitÓ (vedi foto) ed altri apprezzabili monumenti. Nella chiesa "vecchia" della TrinitÓ sono sepolti la prima moglie di Roberto il Guiscardo ed altri personaggi dell'epoca normanna.

Di un certo interesse sono le feste locali ( per la Santissima TrinitÓ, per la Madonna delle Grazie ecc.). Un ottimo vino (aglianico del vulture) Ŕ prodotto con le uve della zona.
Siamo infatti molto vicini alla zona del vulcano spento del Vulture dove sono situati, in crateri minori, anche i laghi di Monticchio. Il vulcano, anche se simile per le forme, era poco pi¨ piccolo del Vesuvio.
L'itinerario del Vulture pu˛ includere, oltre Venosa ed i romantici laghi di Monticchio, anche il Castello di Lagopesole e la localitÓ di Rapolla (dove fu rinvenuto un famoso sarcofago ora conservato nel castello di Melfi ). Sono interessanti altre cittadine oltre quelle citate. La Puglia non Ŕ distante dalla zona.



l'incompiuta chiesa di Venosa, foto f.l.

 


l'antico e storico Castel Lagopesole (vecchia foto)

 


il lago di Monticchio e la storica abbazia-foto Σπάρτακος (wikipedia)

 

la Basilicata in periodo normanno

 


 

home