Puglia

fuori rotta: per conoscere l'Italia

    ISOLE TREMITI : SAN NICOLA

 

Le isole sono spesso raggiunte partendo da Termoli, dal Gargano o da Manfredonia ma amministrativamente fanno parte della provincia di Foggia. Dagli antichi venivano chiamate "Diomedeae " in ricordo di un personaggio omerico. L'arcipelago è formato da tre isole principali: San Nicola, San Domino e Capraia (detta anche Capperara per via dei capperi che vi crescono abbondanti). Altre isolette sono Cretaccio e Pianosa. Vicino a Cretaccio infine è situato un grosso scoglio: "la Vecchia".

Nell'isola pił grande (San Domino) vi sono interessanti grotte accessibili solo dal mare. Nell'antichità vi fu confinata una nipote dell'imperatore romano Augusto.

Nel medioevo (9° secolo circa) nell'isola di San Nicola arrivò un gruppo di monaci  incaricati  dall'abbazia di Montecassino di fondare un nuovo monastero. Dopo una fase positiva, la situazione dei monaci e delle isole tuttavia si complicò per diversi motivi : situazione politica, rapporti complicati e forse compromettenti con la pirateria.

Successivamente i benedettini (accusati anche di contrabbando) furono prima sostituiti dai cisterciensi  ed infine, dopo lo sbarco cruento di pirati provenienti dalla zona di Spalato, da regolari vicini alla chiesa San Frediano di Lucca. Il monastero, diverse volte modificato e fortificato, nell'agosto 1567 fu ancora in grado di resistere ad un attacco turco. 



veduta panoramica della zona di San Nicola, foto da wikipedia

Sempre a San Nicola è visitabile l'abbazia di Santa Maria a Mare che , per la varietą di interventi ecc., ha richiamato a lungo l'attenzione degli storici dell'arte. La chiesa fu praticamente ricostruita nel 1045 su precedente impianto. La facciata attuale sarebbe invece stata edificata nel 15° secolo a cura di artisti e maestranze di varia provenienza (anche dalmata).

Di rilievo all'interno della chiesa i mosaici romanici restaurati intorno al 1960. Al centro della parte più ampia del mosaico è raffigurata un'aquila, ma in altri punti sono rappresentati fiori, pesci ecc. Altre opere interessanti da ammirare:  il coro (14° secolo), un polittico intagliato di scuola veneziana, una croce dipinta di epoca medievale.
 


ingresso S.Maria a Mare -foto Iride 2004

Nel 1792 i Borboni di Napoli crearono nell'isola una colonia penale dove nel 1843 arrivarono numerosi napoletani prelevati dai bassifondi. Per questi fatti il dialetto locale è molto simile a quello napoletano.




fortificazioni (abbazie e castello) -vedute

Ai tempi attuali ovviamente le isole Tremiti costituiscono un'importante meta turistica specialmente nella bella stagione. Gli alberghi non mancano in particolare nell'isola di San Domino che dista mezzo chilometro scarso dalla citata isola di San Nicola.

 

Tremiti e Gargano nel medioevo

hotel Vieste

amici del Gargano

hotel Peschici

turismo nel Gargano

itinerari del medioevo

 


 

home