fuori rotta: per conoscere l'Italia

LAZIO


La zona vicina a Roma già nel primo medioevo faceva parte del Patrimonio di San Pietro. Nel sesto secolo i diritti di sovranitÓ erano tuttavia riferiti al Ducato Romano ed all'Impero di Costantinopoli. Nell'ottavo il papa otteneva le "restituzioni " di Sutri ed altri centri abitati. Solo intorno al 1198 i feudatari della Tuscia, della Campagna e della Marittima riconobbero la sovranità temporale del papa. Comunque ancora nel XV secolo erano rilevanti i poteri locali. Vicino Roma erano importanti i Savelli. Verso sud dominavano spesso i Colonna o i Caetani. Nella zona di Segni i Conti. Nella zona della Sabina e del Patrimonio erano invece importanti gli Orsini. Ma c'erano spesso altre famiglie: gli Anguillara, i Barberini, i Farnese ecc.

Fra i luoghi di queste regione documentiamo i seguenti:

    altre pagine su web collegati:

Nell'ambito della regione, come anche altrove, lo Stato Pontificio l'articolazione amministrativa ricalcava anche la ripartizione per diocesi. Dopo l'occupazione napoleonica e le sue riforme, Pio II nel 1816 divise la regione nel Distretto di Roma (Comarca) e nelle delegazioni di Frosinone, Civitavecchia e Viterbo. La zona di Orvieto inclusa inizialmente nella delegazione di Viterbo divenne delegazione autonoma intorno al 1813. La Comarca invece includeva Castel Gandolfo, tre feudi (Bracciano, Gallicano, Colonna) e "13 governi" nella zona dei Castelli ed in altre localitÓ (esempio Subiaco,Tivoli ecc.).

Altri link sul Lazio: directory Lazio ; Lazio: acqua, terme e storia ;

  

HOME