indietro

fuori rotta: per conoscere l'Italia

CIVITAVECCHIA E LE TERME TAURINE

 

La città ai tempi dei romani si chiamava "centumcellae " e si era praticamente sviluppata intorno all'importante porto costruito(architetto probabile Apollodoro) all'epoca dell'imperatore Traiano. Con il declino dell'impero romano il porto e la citta' furono occupati prima dai Bizantini e poi (828) dai Saraceni. Costretti alla fuga gli abitanti si rifugiarono sui monti vicini costruendo una nuova città (Cencelle ovvero Leopoli). Solo più tardi gli abitanti tornarono nella Civitas Vetula. A circa 4 km dalla cittadina sorgono le c.d. Terme Taurine mirabile complesso archeologico .

 

foto dell'amico Franco L.

In effetti si trattava di una grande villa dove spesso si tenevano riunioni importanti. Oltre a Traiano, vi soggiornarono probabilmente Marco Aurelio e Commodo. Oltre a locali di rappresentanza, agli impianti termali ecc. sono stati individuati una "biblioteca" ed "una sala di lettura".

Le acque termali sono oggi fruibili nella località Ficoncella. Fra le tradizioni di Civitavecchia (oltre a quella, tipicamente marinara, della c.d "Ricciata" ) è importante la festa dedicata, in aprile, a Santa Fermina, martire cristiano all'epoca di Diocleziano . Nell'ambito della festa di S.Fermina da qualche tempo non si organizza più (per le proteste degli ambientalisti) il c.d. "gettito di anatre".

In altra occasione è invece ricostruito "l'assalto saraceno" avvenuto nell'anno 828 (è simulato anche l'incendio di Centumcellae)

Nell'attuale porto, con un archeologo, si rintraccia quanto rimane dell'antico impianto romano .

Da vedere anche il Forte Michelangelo (*) ed il Museo Archeologico. In quest'ultimo, su tre piani, sono conservati diversi interessanti reperti provenienti dalla cittadina e dalla vicina Santa Marinella (statua di Apollo ecc.), ma anche dalla circostante zona della Tolfa e da Cerveteri. Sempre nel museo archeologico è esposta una raccolta di ceramiche medievali rinvenute nell'antica Rocca della cittadina. Non è ovviamente da dimenticare che poco a nord c'è l'interessante zona di Tarquinia.

 il forte Michelangelo ( foto alpav- 2007) fu ultimato dal grande artista nel 1557 dopo che vi avevano lavorato il Bramante ed Antonio da Sangallo il Giovane.

°°°°°

Attualmente il porto di Civitavecchia, oltre che per i collegamenti con la Sardegna, la Sicilia, Barcellona ecc., è molto attivo nel settore delle crociere ed è stato approntato anche un settore a parte. Da qualche anno è stato pure organizzato un trenino che parte direttamente dalle vicinanze del molo e consente a turisti e crocieristi di arrivare comodamente nel centro di Roma.

 

link : Lazio, acqua terme e storia

 

 

 

home