fuori rotta: per conoscere l'Italia

   CIOCIARIA: ALATRI, ARPINO, SORA

 

La Ciociaria prende nome dalle calzatura "ciocia" anticamente usata in quella zona geografica che , ai nostri giorni, costituisce in buona parte la provincia di Frosinone.

Oltre al capoluogo, i centri della Ciociaria sono diversi e fra questi Anagni, Ferentino, Veroli, Cassino ed altri ancora. Notevoli sono alcune abbazie (Casamari, Trisulti/Collepardo ecc).  Questa pagina è dedicata a tre sole cittadine: Alatri, Arpino e Sora.

Alatri   famosa per le sue mura megalitiche  ma anche per un interessante centro medioevale in buona parte attiguo alla Chiesa di S.Maria Maggiore. Nella chiesa sono custodite interessanti opere del medioevo. Fra queste: il gruppo ligneo della Madonna di Costantinopoli  ed il Trittico del Redentore. Il Duomo di Alatri (S.Paolo)   invece dedicato al miracolo dell'Ostia Incarnata (fatti avvenuti nel 1227). 

Alatri: particolare di S.Maria Maggiore e delle  antiche mura megalitiche


Alatri: targa in ricordo della visita di Gregorovius alle antiche mura

Arpino   un abitato molto antico gi fortificato ai tempi dei Volsci e dei Sanniti. In epoca romana vi nacquero Cicerone ed altri importanti personaggi dell'epoca. Una delle zone pi interessanti di Arpino   appena fuori dall'attuale abitato. Si tratta della "Civitavecchia". Qui vi sono resti di mura megalitiche (notevole un arco a sesto acuto) e di un castello del medioevo. Interessanti ad Arpino sono poi le chiese di S.Arcangelo, S.Vito (civitavecchia) dove si conservano opere del Cavalier d'Arpino. Alcuni piccoli musei e la cucina locale integrano facilmente  il programma del  turista.


Arpino: la civitavecchia e tratti delle mura megalitiche


Arpino: monumento a Cicerone


 
Sora in periodo medioevale fu capoluogo longobardo e poi passò ai normanni. Sono monumenti degni di nota: la Cattedrale, l'abbazia di San Domenico, la chiesa di S.Restituta , il santuario rupestre, i ruderi del castello, l'antico ponte Marmone (II a.C.) . L'abbazia di San Domenico fu costruita poco dopo l'anno mille e prende nome dal monaco Domenico da Foligno. Questo religioso fu infatti molto attivo nella zona. Fu prima monaco nel convento di S.Silvestro di Foligno e poi si ritirò in un eremo; in tempi successivi fondò diversi monasteri e fu abate anche a Trisulti.


Sora:  abbazia di S.Domenico -foto cortesia APT Frosinone

foto di Alpy (esclusa quella di Sora)

  Lazio

archeologia in Ciociaria

 

home