Emilia

fuori rotta: per conoscere l'Italia

speciale

 Castelli e residenze rinascimentali nel Parmense

I castelli della provincia di Parma costituiscono uno degli itinerari più interessanti fra quelli che si possono consigliare a chi ama il fascino degli antichi manieri, l'arte ed anche la natura. Venuti meno i presupposti militari per i quali nel Medioevo erano state costruite le diverse fortezze, i signori dell'epoca - con l'aiuto di architetti e pittori - trasformarono infatti i loro castelli in splendide residenze rinascimentali. Come spesso avveniva dopo l'introduzione di cannoni ed altre armi da fuoco tuttavia gli elementi difensivi delle nobili costruzioni di campagna rimasero o furono spesso ripresi  per " motivi architettonici" . Il processo è simile a quello più noto della trasformazione in reggia rinascimentale della Rocca di Urbino (al cui cantiere lavorarono i più grandi artisti dell'epoca) o di altre elaborazioni che documentiamo (esempio Camerino ). I criteri costruttivi (spazi, volumi ecc) sono spesso quelli concepiti dai grandi architetti rinascimentali.

D'altra parte in quell'epoca- a Parma stessa - Ottavio Farnese ordinava  la costruzione di un complesso di edifici (ora detto la Pilotta) destinato ad avere- a parte i ritardi verificatisi- ampie funzioni  più adatte alla magnificenza delle corti rinascimentali. Magnificenza alle quale non si sottraevano spesso personaggi con incarichi religiosi (esempio la badessa Giovanna Piacenza che affrescava con l'Araldi ed il Correggio il suo appartamento nel monastero di S.Paolo).


vista parziale complesso "Pilotta"-foto Franco 2005

Il circuito dei castelli parmensi ovviamente si completa visitando anche i castelli del reggiano e del piacentino di cui però parliamo in altre pagine (elenchiamo alla conclusione alcuni link per comodità dei lettori).

Fanno parte del ciclo parmense numerosi castelli:  Montechiarugolo, Roccabianca, Sala Baganza, Fontanellato, Torrechiara, Soragna ecc. 


Giardini e Rocca Montechiarugolo, particolare esterno -foto Franco L. 2005

La Rocca di Montechiarugolo fu completamente ricostruita dopo che la precedente costruzione medievale era stata completamente distrutta nel 1313. Vi furono chiamati a lavorarvi numerosi artisti interpellati dall'umanista Pomponio Torelli.


Montechiarugolo, la torre - foto Alpy 2005

La residenza rinascimentale di Montechiarugolo in particolare  fu abbellita da opere della scuola del Baglione. E' notevole anche un'Annunciazione di inizio '400. In quel periodo ebbero a soggiornare nella bella residenza il papa Paolo III ed il re di Francia Francesco I.


 
Rocca Montechiarugolo vista dal giardino- foto Franco L, 2005

Nella rocca si conserva anche il ricordo di una "fata" (Bema) la cui storia è collegata ad alcune delle vicende della zona. Da un bel loggiato in forme tipicamente rinascimentali si può ammirare il fiume Enza.

Montechiarugolo -particolari della struttura esterna del castello , foto Alpy, 2005


il maestoso castello di Torrechiara (provincia Parma) , foto wam1975-dreamstime

 

Di notevoli dimensioni è il Castello di Torrechiara, gestito direttamente dallo Stato ed attiguo al comune di Langhirano. Qui gli interventi sono principalmente dovuti a Pier Maria Rossi (1413-1482) che commissionò nella zona altre costruzioni fortificate (esempio Castello di Roccabianca ).


Torrechiara, parziale della fortificazione e della loggia annessa alla "Camera d'Oro" -foto Franco L. 2005


Torrechiara, cortile interno-foto Franco L. 2005


altra visuale del castello di Torrechiara sull'omonima collina, foto frank72, dir.ris.

Il castello di Torrechiara è legato alle vicende della coppia Pier Maria e Bianca Pellegrini. Di notevole interesse - oltre al complesso fortificato- le numerose sale affrescate dalle "grottesche" di Cesare Baglione  e bottega. Splendida infine la c.d "camera d'oro" attribuita al lombardo Benedetto Bembo (autore anche del polittico conservato a Cremona e fratello del più noto Bonifacio Bembo autore -ai tempi degli Sforza- di famosi affreschi sempre a Cremona e dintorni).


Rocca Sanvitale di Fontanellato, foto Franco L- 2005

La Rocca Sanvitale di Fontanellato costruita nel quattrocento con forme fortificate è circondata da un grande fossato colmo d'acqua. Oltre agli appartamenti dei Sanvitale sono ovviamente da visitare gli affreschi del Parmigianino dedicati a Diana ed Atteone, ma per la rilevanza dell'argomento rinviamo ad altra ns. pagina.


ingresso Rocca di Soragna, foto Alpy 2005

La Rocca Meli Lupi di Soragna (a parte le trasformazioni successive anche in forme barocche) è un altro esempio di residenza rinascimentale e vale proprio il viaggio.


giardini Rocca Meli Lupi di Soragna,foto Alpy 2005

Anche in altri castelli della zona non mancano interventi rinascimentali. E' il caso- ad esempio- della Rocca di Sala Baganza dove si contano numerosi affreschi cinquecenteschi (del già citato Cesare Baglioni, di Bernardino Campi -appartenente ad una famiglia di pittori cremonesi discepoli di Giulio Romano ecc.).

link a nostre pagine: Castell'Arquato , Vigoleno, Vignola, Castellarano
in web collegati invece è disponibile una pagina sul famoso castello di Canossa (poco distante dalla zona di Parma). Infine per altre località emiliane: Carpi,  Bologna medievale, Abbazia Nonantola