indietro
Affreschi DeLitio

fuori rotta: per conoscere l'Italia

ATRI E DINTORNI

 

Atri , in provincia di Teramo, corrisponde all'antica Hatria Picena ed in periodo medievale ebbe una storia complicata. In epoca successiva, praticamente dal 1393 al 1760, fu stabilmente retta dai duchi di Acquaviva per passare infine ai Borboni di Napoli.

La cittadina ha numerosi monumenti che ne consigliano la visita. Fra questi il più importante è la Cattedrale costruita in stile romanico-gotico fra il 1264 ed il 1305. Al suo interno è notevole il Coro dei Canonici con i bellissimi affreschi di Andrea De Litio.

 
Atri, ingresso Cattedrale, foto Alpy 2005

Oltre al "Museo capitolare medievale" con le sue numerose opere d'arte  sono annessi al duomo, il Chiostro del XIII secolo ed un' antica cisterna di epoca romana (II d.C.)


Atri, chiostro annesso al duomo, foto Alpy 2005

Ad Atri ci sono tuttavia altre antiche chiese con pregevoli opere d'arte. Fra le altre: S.Reparata, S.Agostino, S.Andrea, S.Giovanni Battista, S.Francesco, S. Chiara ed infine S.Nicola dove, sopra un antico fonte battesimale, è collocato un piccolo affresco di Andrea De Litio (esponente del Rinascimento abruzzese).


Delitio, particolare

Altre cose da vedere sono i resti dell'Anfiteatro Romano, il palazzo ducale (ora adibito a sede comunale) ed alcuni piccoli musei.  Interessanti sono anche i numerosi "calanchi" posti alla periferia della cittadina (ora tutelati da una riserva naturale regionale). Manifestazioni tipiche di Atri sono le feste in memoria di S.Reperata, le celebrazioni dell' Assunzione (che includono anche la c.d  "maggiolata" canora), i fuochi (faugni) accessi l'otto dicembre, altre feste spesso con balestrieri. Nelle immediate vicinanze ( a Casoli D'Atri) si tiene infine una Sagra delle Anguille.

A qualche minuto di strada da Atri, in località Morro d'Oro, sorge poi l'antica chiesa di S.Maria di Propezzano (dedicata alla Madonna del Crognale in ricordo di un'apparizione avvenuta nel 715). La costruzione, per alcuni aspetti stilistici, è singolare ma merita una deviazione. Il complesso è in buona parte databile alla fine del 300.


S.Maria di Propezzano, veduta, foto Alpy 2005


particolare della lunetta d'ingresso


Non distante è anche la chiesa di S.Clemente al Vomano costruita nelle sue parti essenziali fra XI e XII

home